iapra li  uecchie

Menu

La lezione

Foto pubblicata ieri su facebook con la dicitura "procedura di cambiamento completata con successo"

Foto pubblicata ieri su facebook con la dicitura “procedura di cambiamento completata con successo”

Io comprendo che una persona abituata ad un mondo dove esiste solo chi comanda e chi obbedisce abbia difficoltà ad accettare chi liberamente esprime il proprio pensiero e diffonde informazioni scomode, ma forse è il caso che tale persona se ne faccia una ragione e capisca quanto prima che il mondo a cui lui è abituato non è l’intero e variegato mondo che, invece, esiste. Un mondo dove non esistono solo gli yes man, i riceviamo e pubblichiamo e portamicrofoni, ma esistono anche persone libere, non controllabili e, soprattutto, che non si spaventano di fronte agli “avvertimenti”.

Io la lezione l’ho imparata, ma non quando spera quel qualcuno, ma tanto tempo fa. Ho imparato che non devi farti mettere i piedi in testa da nessuno e che il potente di turno, quello bravo a fare il forte coi deboli e il debole coi forti, non è affatto persona di cui avere paura, ma una persona da guardare diritto negli occhi e affrontare con determinazione e competenza.  E non esiste avvertimento o querela che possa mettermi a cuccia ed impedirmi di continuare, con coerenza, ad esprimere le mie idee e cercare, con competenza, di far aprire li uecchie a quanta più gente possibile. Il nome di questo blog non è casuale, casomai qualcuno non lo avesse ancora capito!

Forse sono solo più fortunato di molti altri. Debbo tutto ciò che ho a me stesso e nessun’altro. Non ho debiti di nessun genere con nessuno e, anche se di grazie ne devo dispensare tanti a tante persone e per tanti motivi, con nessuno di questi ho favori o dipendenze che mi impediscono di parlare ed esprimermi liberamente.

Quindi è totalmente inutile lanciarmi “avvertimenti”, soprattutto  in contesti dove mi è impedito replicare (cosa che dimostra altresì il proprio grado di coraggio al confronto). I miei fotomontaggi continueranno come continueranno i miei articoli come quello di ieri che, credo, sia stato quello che veramente ha dato fastidio, ma se si è incompetenti e si dicono pubblicamente delle castronerie non è colpa mia. Io le faccio solo notare.

Categories:   Politica