iapra li  uecchie

Menu

Ragionare senza tifare

bandiera europea

Pro Frage, No Farage. Pro Verdi, No verdi. Ecc… Questo è lo scenario che ci si trova di fronte quando si cerca di capire quale sia la situazione nel parlamento europeo e quali le possibili scelte a disposizione del M5S.

Chiariamo subito che io sono il primo a non avere una risposta e che da giorni cerco di informarmi e capire, ma aimè tra mille difficoltà trovo solo tifoserie schierate che cercano di propinare la loro verità. E mi ritrovo come davanti ad un talk show dove i partecipanti dicono tutto e il contrario di tutto ed è impossbile capire chi sia quello credibile ed affidabile.

Su facebook cerco di condividere vari punti di vista, indifferentemente da quale tesi sposino, ma che possano indurre curiosità e quindi spingere a riflessioni quanto più neutrali possibile. Anche in questo caso però gli iterventi dei tifosi impedisce un sano ed utile confronto.

Il risultato di tutto ciò è semplicemente una radicalizzazione della discussione e chi non capisce, non comprende o ha dei dubbi vede solamente attacchi al M5S e a Grillo e, per meccanismo di difesa, si trasforma anch’esso in tifoso.

Se non usciamo da questa empasse, se non la smettiamo di fare semplicemente i tifosi, se non lasciamo l’approccio ideologico non saremo in grado di fare una scelta consapevole e ponderata. E’ il momento della riflessione e dell’approfondimento. Sbagliare è facile come bere un bicchiere d’acqua, non complichiamoci la vita.

Categories:   5 stelle, Politica

  • Il punto caro Paolo è ben diverso, ok ai pro o contro, che in sostanza non portano a nulla, perchè poi ognuno rimane della stessa opinione, solo in pochi in bene o in male la cambierebbero ! Ma tutto questo discutere (questo è il punto) compromette solo l’esito della votazione (piattaforma 5S) casomai ci sarà ! miky