iapra li  uecchie

Menu

Lista No Euro e le “persone per bene”

no_euro

Alle elezioni amministrative di Ostuni è stata presentata, a sostegno del Candidato di centro destra Coppola, una lista denominata “No euro”. Già il nome si prestava ad una fragrosa presa in giro visto che un comune non ha alcuna competenza sulla politica monetaria ed era palese il tentativo di fuorviare l’elettore, ma ancor più vergognoso è il reale motivo della formulazione di questa lista. Motivo che, almeno a mio avviso, dimostra come certi soggetti intendano l’essere persone per bene.

La lista infatti vedeva 24 candidati, tutti militari unica categoria in Italia ad aver mantenuto il privilegio dei 30 giorni di congedo per la campagna elettorale.

Ho spulciato tutti i giornali e siti web e non ho trovato una sola dichiarazione, comunicato stampa, iniziativa o altro su questa lista fantasma. Il nulla li ha avvolti per tutta la campagna elettorale. Il risultato elettorale ha poi evidenziato nei numeri, 20 voti e zero preferenze, l’obbiettivo di questa lista.

E così questi 24 militari hanno beneficiato di 30 giorni pagati dai contribuenti. Facendo due calcoli e considerando uno stipendio minimo ciascuno di 1.500 euro mese che al lordo di trattenute e costi vari arriva a circa 3 mila euro ecco che possiamo dire che questo bel giochetto è costato a tutti noi la modica cifra di 72 mila euro. E mi sono trattenuto sul minimo, non so quali siano i gradi di questi soggetti e il loro reale stipendio.

Certo che per chi ha fatto un gran casino per 2.800 euro gettati in un video happy questi appaiono davvero spiccioli in confronto a quanto si sono fregati questi 24.

In un paese normale ciò sarebbe stato uno scandalo, tutti i giornali ne avrebbero parlato, il candidato Coppola, come minimo, si sarebbe vergognosamente scusato. Invece siamo in Italia e i politici, si sa, hanno la faccia come il culo e le vere persone per bene rimangono fuori.

Categories:   Politica