iapra li  uecchie

Menu

La mafia è una montagna di merda

silenzioemafia

La mafia è una montagna di merda e la merda si tratta con la pala non certo con il cucchiaino d’argento.

Che cazzo di paese è quello in cui si dedicano strade ai servitori dello stato morti ammazzati dalle mafie e in cui ogni anno non si contano le emozionanti commemorazioni in loro ricordo, ma poi si volta la faccia dall’altra parte quando la mafia ti sta seduta accanto.

Che cazzo di paese è quello in cui offensivo è chi denuncia che personaggi in odore di mafia risultano tra i candidati ad occupare uno scranno, magari anche importante e fondamentale, all’interno delle istituzioni?

Un paese di ipocriti, senza ombra di dubbio. Un paese che non vuole combattere la mafia ma semplicemente conviverci.

Ad Ostuni, in un totale e preoccupante silenzio di TUTTI, una persona coinvolta in un inchiesta sulla Sacra Corona Unita risulta tra i candidati al consiglio comunale. Giornalai da strapazzo che hanno avuto la faccia tosta di definire i certificati penali dei candidati del movimento 5 stelle (tutti pubblicati sul web) “non aggiornati”, non hanno ritenuto di proferir parola sulla questione e siamo al paradosso che il sottoscritto, che da qualche giorno denuncia il fatto su facebook, viene definito “offensivo”.

Nessuno qui vuole emettere condanne, ne provvisorie ne definitive, che spettano esclusivamente alla magistratura ma le istituzioni vanno preservate da ogni sospetto e non è ammissibile che persone coinvolte in inchieste di tale gravità possano essere candidate. Questa candidatura non getta una brutta ombra sulla lista e la coalizione che ne ha permesso la candidatura ma su tutti coloro che tacciono o minimizzano.

Dalla mia coscienza si alza un urlo impossibile da sopprimere: la mafia è una montagna di merda, fuori la mafia dallo stato.

Categories:   Giustizia, Politica