iapra li  uecchie

Menu

La luce in fondo al tunnel

illegittimita_costituzionale

Eccola arrivata. La tanto annunciata luce in fondo al tunnel è il treno di Renzi, telecomandato dall’onnipresente Napolitano, che oggi travolge Letta e con lui, per l’ennesima volta, tutte le regole democratiche di questo paese.

Renzi è il terzo presidente del consiglio, nominato dal vecchietto sul colle, senza alcuna legittimazione popolare. La Costituzione è ormai vera e propia carta igienica. Il parlamento ridotto a ratificare i decreti del governo e, caso mai vi sono degli intoppi vai con la tagliola. L’esecutivo che legifera invece di governare, il Presidente della Repubblica che firma tutto ciò che gli si mette sotto il naso e la Corte Costituzionale che arriva a decretare le leggi anticostituzionali dopo tempi biblici.

In questo bel quadretto il pericolo per la democrazia per i mezzi di “informazione” è il moVimento 5 Stelle che fa il suo dovere di opposizione, occupa i banchi del governo prendendo pure schiaffoni da altri parlamentari e sale sui tetti.

La richiesta di messa in stato di accusa del Presidente della Repubblica, primo responsabile di tutto questo, è stata liquidata in due riunioni da mezz’ora circa l’una.

Uno scenario pericoloso. Quando in un paese tutti gli strumenti democratici (proposte di legge, referendum, voto, ecc) non hanno più alcun valore e quando le regole fondamentali sono quotidianamente buttate in fondo al cesso, diventano pochi altri gli strumenti con cui far valere la propria voce. Non rimane solo che sperare non si arrivi a tanto.

Categories:   Politica