iapra li  uecchie

Menu

Dover proporre l’ovvio

sonosoldiditutti

Aboliti dal 90% degli Italiani con un referendum nel 1993. reintrodotti l’anno successivo sotto il termine “rimborsi elettorali” e dichiarati incostituzionali, quindi illegittimi, qualche mese fa dalla Corte dei Conti. Un furto in piena regola da 2,5 miliardi di euro ai danni degli italiani su cui i ladri fanno finta di nulla.

L’ovvio imporrebbe che ciò che si è avuto illegittimamente fosse restituito quanto prima, ma l’ovvio in Italia quando si tratta di mettere mano alla casta va proposto e bisogna pure lottare affinche venga approvato.

Ecco quindi che il moVimento 5 stelle ha presentato degli emendamenti affinchè i partiti restituiscano ciò che illegittimamente si sono presi. Emendamenti che sono già stati bocciati in commissione e che verranno ripresentati in aula. Emendamenti che chiedono senza se e senza ma la restituzione del maltolto, prevedendo anche la confisca di beni immobili e di liquidità in possesso dei partiti.

Sono soldi nostri di cui si sono illegittimamente appropriati e che, invece di restituire, continueranno a prendere anche nei prossimi anni visto che la tanto annunciata abolizione decorrerà dal 2017, sperando che nel frattempo non si inventino una qualche mirabolante piroetta come fatto ogni volta che si cerca di mettere mano ai loro privilegi.

Categories:   Politica