iapra li  uecchie

Menu

Ne rimarrà soltanto uno

soltantouno

Sono ormai diverse settimane che ad Ostuni va in scena la telenovela su chi debba essere il candidato sindaco delle forze politiche che attualmente amministrano la città bianca. Attori vari, più o meno consapevoli, recitano quotidianamente la loro parte. Dalle sagge scelte, alle improbabili lettere, i continui passi indietro, gli appelli e persino le suppliche. Un teatrino ben orchestrato per non parlare del vero scontro in atto.

I due soci di sempre, da decenni uno affianco all’altro si avviano al duello finale e, alla fine, ne rimarrà soltanto uno. Difficile dire chi, gli equilibri ancora non sono ben chiari. Se uno è decisamente il più forte nella propria città, l’altro ha saputo tessere in questi anni più ampi rapporti, più ampie alleanze. Occasione avuta proprio grazie al supporto e sostegno del socio di sempre che a questo punto vuole vendetta o comunque la sua parte.

Non è affatto un caso che di Ostuni, dei suoi problemi, delle sue prospettive future non parla nessuno. Tutto è concentrato su nomi, sulle candidature che consentano a uno o all’altro di mantenere il potere ed il controllo sulla città. I vari attori sono tutti concentrati proprio su questo aspetto, nel tifare la propria parte e mentre questi si parlano del nulla i duellanti dietro le quinte proseguono nel loro scontro. La cosa certa è che sul tavolo non c’è il bene dei cittadini, ma solo affari.

Categories:   Politica