iapra li  uecchie

Menu

I cementificatori

CEMENTOSpA

Clicca sull’immagine per vedere meglio queste faccie di…

Di fronte alla cementificazione del territorio il teatrino del finto scontro tra fazioni politiche con continue scamarucce per ogni virgola e su ogni ambito, scompare e si dissolve facendo passare in pochi minuti e con brevi battute progetti da centinaia di migliaia di metri-cubi di cemento, persino se questi si abbattono su una costa già stuprata e devastata da decenni di abusi edilizi e lotizzazioni senza logica e prospettiva. I consiglieri comunali capaci di sguainare la bocca urlando in aula slogan da piazza, oppure di contorcersi in ridicoli interventi senza capo ne coda giusto per il gusto di “opporsi” e di recitare la propria parte nella tragicommedia tra maggioranza e minoranza, scompaiono e si silenziano per l’obbiettivo comune: colare il cemento.

E così la richiesta di proroga per ulteriori 10 anni della convenzione edificatoria in località Mogale sulla costa Ostunese, uno dei pochi tratti ancora risparmiati da palazzinari e prenditori vari, è passata dal consiglio comunale con un solo voto contrario su 31. Quando si tratta di cemento l’unanimità è assicurata. A tale unanimità non possono certo sottrarsi gli assenti alla votazione che evidentemente non hanno sentito il dovere di opporsi a tale insensato e devastante progetto.

Le giustificazioni addotte dai consiglieri sono delle più disparate, lascio a loro il compito di barcamenarsi in quelle elucubrazioni  a mio avviso insensate e persino ridicole. Quello che emerge è che di fronte ad una presa di posizione politica: cemento Si, cemento No, il consiglio si è espresso in maniera univoca e chiara. Libera scelta, per carità, di cui però hanno il dovere di assumersene la responsabilità e nessuna elucubrazione o labirinto di giustificazioni potrà togliergliela.

30 si, 30 cementificatori, 30…. come i famosi denari, guarda un pò che coincidenza.

Categories:   Politica