iapra li  uecchie

Menu

Errore di gioventù

senato

Possiamo tranquillamente dire che con l’elezione del Presidente del Senato il moVimento 5 Stelle registra il suo primo scivolone. Non sarà l’unico, ne sono certo, quando si devono fare delle scelte l’errore è sempre dietro l’angolo, soprattutto quando si è sottoposti ad una pressione mediatica indegna (non solo dei media mainstream, anche il web fa bene la sua parte in questo).

Uno scivolone che, personalmente, non attribuisco certo ai singoli che hanno votato per Grasso ma all’intero gruppo parlamentare del Senato che, evidentemente, è stato incapace di gestire la situazione e di mantenere un unità di intenti e di posizioni. Gruppo che, vale la pena ricordarlo, si è costituito poco più di una settimana tra persone che sino a quel momento non si erano mai conosciuti, mai incontrati, mai confrontati e che hanno bisogno di un pò di tempo per affinare ed ottimizzare quelle dinamiche che gli consentiranno di intendersi velocemente ed agire tutti insieme.

Comprendo il post di Grillo. Un richiamo in vista anche dei prossimi importanti appuntamenti (fiducia al governo ed elezione del Presidente della Repubblica). Non comprendo e non condivido per nulla, invece, questo clima di caccia alle streghe che molti sul web stanno fomentando nei confronti di coloro che avrebbero votato per Grasso, anche perchè mi pare di capire che in fondo il gruppo parlamentare si sia espresso per la libertà di voto e quindi nessuno ha violato la decisione assunta.

Leggo con favore quanto scritto dal senatore Ciampolillo di Bari il quale invita, dalla sua bacheca facebook, ad una riflessione sull’accaduto per evitare il ripetersi di questi eventi. Questo è lo spirito con cui si devono affrontare questi aspetti, non certo la ricerca di colpe da attribuire e di colpevoli da sacrificare.

 

Categories:   Politica