iapra li  uecchie

Menu

Ostuni: lo strano caso dei rifiuti scomparsi

Continuo a  non trovare alcuna spiegazione alla drastica ed improvvisa diminuzione della quantità totale dei rifiuti prodotti dai cittadini di Ostuni che si registra da quando si è avviato il servizio di raccolta differenziata. Un caso davvero strano che, temo, quando se ne conoscerà la causa non rivelerà nulla di buono.

A mancare all’appello sono circa 500 tonnellate di rifiuti, pari ad un terzo del totale dei rifiuti generalmente prodotti nella città bianca. Che fine hanno fatto? I dati non me li invento ne li ipotizzo ma li rilevo dal sito rifiutiebonifica.puglia.it ove vengono inseriti i dati mensili forniti dallo stesso comune di Ostuni. Sullo stesso sito si trovano anche i dati relativi agli anni passati (sino al 2007) e così se si paragonano i numeri ecco che ci si accorge subito del drastico ed imponente calo della quantità totale dei rifiuti raccolti. Calo rilevabile appunto negli ultimi tre mesi, ovvero da quando è stato avviato, con vergognoso quanto ingiustificato ritardo, il servizio di raccolta differenziata porta a porta.

Bene, dirà qualcuno. Vuol dire che il servizio funziona. Beh direi che se ad Ostuni si è riusciti ad inventare una raccolta differenziata in grado di diminuire di oltre il 30% la quantità di rifiuti prodotti, questa deve essere resa nota al mondo intero perchè sarebbe una assoluta ed eccezionale novità. Purtroppo temo che invece la spiegazione sia altrove. La raccolta differenziata in se non ha effetti sulla produzione dei rifiuti, solo nei casi di applicazione della tariffa puntuale, ovvero commisurata alla quantità di rifiuti prodotti, si può riscontrare un calo nel medio lungo periodo, ma di sicuro non così imponente a meno che non si siano associate con intensità e costanza altre iniziative volte a incentivare la diminuzione dei rifiuti (porta la sporta, pannolini lavabili, mercatini del riuso, ecc), tutte cose che a Ostuni non solo non sono state mai fatti ma, ne sono certo, i nostri amministratori non sanno manco cosa siano.

E allora che fine hanno fatto queste 500 tonnellate di rifiuti? Possiamo fare diverse ipotesi nessuna delle quali  dimostrabili concretamente, ma di sicuro possiamo affermare che semplicemente non sono scomparsi ma andati a finire da qualche altra parte. Detto questo possiamo anche dire che considerando la quantità di questi rifiuti scomparsi dovremmo ridimensionare di molto le percentuali di raccolta differenziata di cui si vanta il Sindaco appena rientrato nelle sue funzioni un poco “deluso” per non essere riuscito a prendere il treno per Roma.

Categories:   Ecologia/Ambiente, Politica