iapra li  uecchie

Menu

Mooooooolto pericoloso

Quanto successo a Taranto in occasione della formazione della lista civica certificata “moVimento 5 stelle” per le passate amministrative è quanto di più lontano possa esistere da ciò che tale movimento politico propone. Una città martoriata da un inquinamento senza paragoni nel mondo non meritava certo un trattamento del genere. Un orrore di cui noi tutti, attivisti 5 stelle, dobbiamo avere piena coscienza e di cui dobbiamo assumerci tutte le responsabilità.

Una città in cui esistevano due gruppi: gli amici di Beppe Grillo Taranto e i Grilli di Taranto in movimento. Due gruppi autonomi, ognuno con le proprie attività e i propri punti di vista e che in vista dell’importante competizione elettorale decidono di unire le forze per dare il proprio contributo alla cittadinanza intera. Due gruppi che si incontrano e decidono di fare insieme la lista civica “movimento 5 stelle” che parteciperà alle amministrative del 2012.

Fin qui tutto normale e comunque nulla di dissimile da quanto avvenuto in altri paesi e città ove esistevano più gruppi. A volte questi gruppi non riescono a fare squadra, troppe e insanabili le differenze, ma mai nessuno ha barato facendo credere di voler fare insieme un qualcosa per poi, in tutta segretezza, farsela da solo. Ma ogni buona regola ha la sua eccezione e nel caso è proprio quanto successo a Taranto.

Alessandro Furnari del gruppo I Grilli di Taranto in Movimento ha, infatti, certificato una sua lista 5 stelle in tutta segretezza nello stesso periodo in cui si incontrava con l’altro gruppo facendo finta di volerla fare insieme. Lo storico meetup Amici di Beppe Grillo Taranto ne venne a conoscenza a giochi ormai fatti, quando il Furnari con certificazione in mano, annunciava il tutto e li informava che  non avrebbero potuto farne parte.

Incalzato su questo “anomalo” comportamento il Furnari ha sempre replicato con giustificazioni mai chiare ne dimostrabili. Quello che invece è un fatto è che egli abbia orchestrato il tutto sin dall’inizio e che gli incontri per fare insieme la lista in realtà servissero solo a tenere a bada l’altro gruppo mentre lui si faceva i fatti suoi. Tant’è che ad una riunione tenutasi a Statte (TA) per dare avvio all’iniziativa Zero Privilegi Puglia lo stesso Furnari si lancia in una previsione che “stranamente” si verificherà di li a pochi mesi e di cui lui è il principale artefice. Un fatto che dimostra come questa persona non abbia alcun problema a prendere per i fondelli non solo l’altro gruppo di Taranto ma anche quella trentina di attivisti 5 stelle provenienti da tutta la Puglia (vedete il video postato sopra).

Adesso questo personaggio è di nuovo in corsa per un altra e più importante competizione elettorale, quella per il parlamento, insieme a coloro i quali, amio avviso consapevolmente, gli hanno fatto da complici in questa malefatta: Rosa D’amato e Giuseppe Chirulli. A questo link  tutti coloro che hanno dato il proprio contributo in questa indegna oprazione.

Meditate gente, meditate.

Categories:   5 stelle

  • HOKAHEY!

    Anche se il mio intervento è “datato”, La dissidente del misto e Christian Festa (è nell’elenco di chi sostenne alle amministrativeFurnari )SONO MARITO E MOGLIE
    e la cosa divertente allo stato attuale , che su FB interviene a difesa fissa ,senza specificare altro se non “amico” e oltretutto x difenderla bene e ad oltranza, lancia palle di fuoco verso i Cittadini (che a suo dire fanno poco)

  • Peppe Cicala

    🙂 Caro Fabio, credi che Grillo non lo sappia? Abbi fede… Forse non lo conoscono a Poggibonsi, ma in Puglia….

  • fabio ehsani

    avvisate beppe griilo. beppe serve prorpio a certificare la bonta della lista. se qualcuno ha barato o era iscritto da pochi mesi, verra allontanato