iapra li  uecchie

Menu

Doppio boom

Chissà se oggi l’indegno inquilino del quirinale ha sentito i boom provenienti dalla Sicilia. Un doppio botto dal frastuono impressionante che dovrebbe non solo far riflettere ma anche prendere le conseguenti decisioni assumendosi, naturalmente, la responsabilità di quanto accaduto, in particolare da parte dei protagonisti della vita politica del nostro paese negli ultimi trent’anni.

Il primo boom, sicuramente quello più evidente, è stato l’astensionismo. il 53% dei Siciliani non ha votato, in alcune provincie l’astensionismo è arrivato quasi al 60%. Un calo dell’affluenza vertiginoso rispetto alle precedenti regionali in cui si era registrata un astensione del 44% circa. Più della metà degli elettori siciliani ha ritenuto che nessuno dei candidati fosse in grado di rappresentarlo e adesso anche i più votati di fatto potranno rappresentare una piccola parte dell’assoluta minoranza dei siciliani. La maggior parte dei Siciliani non hanno alcun rappresentante e la maggioranza dei siciliani non sarà rappresentata all’interno del consiglio regionale siciliano. Tutto ciò in una democrazia rappresentativa è un totale fallimento.

Il secondo boom è sicuramente in risultato del movimento 5 stelle che al momento si attesta al 18% per il candidato presidente e al 15% per la lista. Un risultato eccezzionale, più del doppio di quanto pronosticato dai sodaggi di questi ultimi periodi che ipotizzavano un 7-8%.  La lista 5 stelle risulta essere la lista più votata in Sicilia e quindi il moVimento 5 stelle è la prima forza politica siciliana, dopo il partito del non voto naturalmente. Risultato eccezzionale sicuramente dovuto anche al tour elettorale durato 15 giorni che Beppe ha svolto in giro per tutta la sicilia, ma dovuto anche alla eccezionalità di questi ragazzi che hanno voluto mettersi in gioco e hanno lavorato nei propri territori coinvolgendo una marea di gente ai quali non solo hanno dato una speranza ma gli hanno dato la possibilità di partecipare, possibilità sfruttata da tantissimi. Questo sistema della democrazia diretta, della partecipazione allargata, del cercare cittadini attivi invece dei voti farà si che il moVimento 5 stelle sicilia potrà rappresentare molti più siciliani di quelli che gli hanno concesso il voto. Molti definiscono tutto questo un altro passo verso la riVoluzione, io invece penso sia un grande passo verso la eVoluzione.

Quali saranno gli effetti di questi boom? Purtroppo temo che avranno effetti sulla legge elettorale che il parlamento si appresta ad approvare. In Sicilia il risultato elettorale non consente a nessuna forza politica di avere la maggioranza e di fatto ciò renderebbe ingovernabile la regione. Vedremo nei prossimi giorni quali saranno le mosse delle forze politiche siciliane per trovare una maggioranza, ma di sicuro a livello nazionale si cercherà una legge elettorale che da un lato smorzi la forza dirompente del moVimento 5 stelle e dall’altro, con la scusa del garantire al paese la governabilità, consente a chi ha portato il nostro paese al dissesto socioeconomico di mantenere la poltrona.

Categories:   5 stelle, Politica