iapra li  uecchie

Menu

Lotto per il 18, ma non firmo

Chiedere un referendum per dare la parola ai cittadini è sempre positivo. L’abolizione dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori è stato inutile (togliere o diminuire i diritti non crea lavoro come dimostrano la legge Biagi e i contratti di Marchionne, ne dà impulso all’economia) e incivile (un paese civile aumenta i diritti e le tutele non le diminuisce) e andrebbe reintrodotto quanto prima. Detto questo dico pure che non firmerò a sostegno del referendum per il ripristino dell’articolo 18 perchè non ho alcuna intenzione di prestarmi alle strumentalizzazioni delle solite ed incoerenti forze politiche che lo promuovono.

Anzi vedere quelle forze politiche per strada, come stamane ad Ostuni, a raccogliere firme a me, cittadino informato, fa abbastanza incazzare anche perchè con quelle stesse persone, non molto tempo fa, ho raccolto firme per altro referendum (acqua pubblica) sino ad ora completamente disatteso proprio grazie all’incoerenza delle forze politiche e partiti che queste persone sostengono e rappresentano.

Chi sta raccogliendo le firme? Io ho visto SEL, IdV, PrC-FdS. Bene allora se questi partiti  raccolgono le firme per un referendum, se questi militanti passano le loro ore libere a raccogliere le firme si dovrebbe pensare che ritengono questa battaglia fondamentale, un principio irrinunciabile. Però nello stesso momento queste stesse forze politiche sono alleate e vogliono allearsi con quelle forze politiche che invece l’articolo 18 lo hanno abolito. Ma come, ritieni il ripristino dell’articolo 18 una priorità, una cosa fondamentale tanto da impegnarti per un referendum e poi dai la spalla e ti allei con quelli che questo articolo lo hanno cancellato, cancellando anche anni e anni di lotte operaie. Ma cos’è? Candid-camera?

E’ successo la stessa identica cosa con l’acqua. Quegli stessi partiti, quegli stessi militanti hanno raccolto le firme, hanno sotenuto i referedum (guarda caso a ridosso di importanti campagne elettorali, come adesso) ma poi passata la festa gabbato lu santo. Ed eccoli li tutti insieme in Puglia, per fare un esempio su tanti, ad amministrare una regione fregandosene completamente dell’esito di quel referendum. Ma non era, quella sull’acqua, una battaglia di civiltà, così la definivano allora?E, allora, perchè governano con chi quella battaglia, vinta alle urne, la calpesta ogni giorno?

E che dire del nucleare. Stessi partiti, stessi militanti nel comitato referendario. Poi si scopre che chi ha riaperto la strada al nucleare in Italia, nonstante un referendum lo aveva già escluso, fu Bersani ministro di un governo dove c’erano anche Idv e Prc (che all’epoca comprendeva anche Vendola). Qualcuno protestò allora? Non risulta.

Ci sono battaglie e ci sono le campagne elettorali (=belle promesse), questa sull’articolo 18 è decisamente una campagna elettorale.

 

 

Categories:   Politica

  • Amico…ti risulta che Rifondazione, Alba, e altri duemila siano in combutta ed accordo con il PD e altri?

  • SABRINA

    PUOI PENSARLA COME VUOI, ANCHE SE A MIO PARERE è DISCUTIBILE MA, PER FAVORE, NON DIRE CHE RIFONDAZIONE COMUNISTA VUOLE ALLEARSI CON “QUELLE FORZE POLITICHE CHE L’ARTICOLO 18 L’HANNO ABOLITO” (ALIAS IL PD), PERCHè è UNA PUTTANATA. ABBIAMO FATTO UN CONGRESSO, APPROVATO UN DOCUMENTO E LA LINEA è CHIARA. ORMAI NON C’è PIù NESSUN MARGINE DI DIALOGO CON QUELLA GENTE. E SE TI RIFERISCI ALLE PAROLE DI DI LIBERTO, TI CHIARISCO CHE I COMUNISTI ITALIANI (O MEGLIO, IL LORO SEGRETARIO) HANNO FATTO UNA SCELTA IN CUI RIFONDAZIONE NON RIENTRERà. NOI SIAMO SEMPRE NELLE LOTTE. PICCHETTIAMO INSIEME AGLI OPERAI, SCENDIAMO IN PIAZZA,SIAMO IN TUTTE LE VERTENZE DEI LAVORATORI E FACCIAMO CIò CHE POSSIAMO, TENENDO CONTO DEI NOSTRI NUMERI ESIGUI E LE NOSTRE SCARSE FINANZE.

  • Nicola

    E poi è un controsenso dire che si appoggia, lottando, questa battaglia per l’articolo 18, ma senza firmare.. Serve il contributo di tutti, alla pari, per poter vincere questa battaglia di civiltà.. Se cominciamo a fare i distinguo rimarremo sempre in questa situazione, anzi andrà solo peggiorando..

    • paolone69

      E’ campagna elettorale, Nicola. Le battaglie sono ben altro

  • Nicola

    Paolo, fattelo dire, ma stavolta di sei fatto proprio un clamoroso auto-gol.. Invece di arroccarti nel qualunquismo del “tanto tutti sono uguali” ti smonto il nodo centrale del tuo discorso, ovvero i partiti che partecipano alla raccolta firme.. Hai scritto che IdV-Sel e Prc vogliono allearsi con il PD, lo stesso che ha abolito l’articolo 18.. Mi spiace contraddirti, ma hai detto una cosa falsissima, ti ricordo per l’ennesima volta che il Prc non andrà ad allearsi con il PD, quindi agisce in totale coerenza ed onesta, e non lo puoi negare.. E da quel che sento, anche l’IdV probabilmente non si andrà ad alleare con il PD, quindi 2 dei 3 partiti che hai citato, non andranno a fare coalizioni di governo con partiti che hanno abolito l’articolo 18.. Giusto per dire le cose come stanno.. E poi i militanti che ci sono a raccogliere le firme ci credono per davvero in questa battaglia, e lo sai bene, li conosci tutti.. Io non c’ero a raccogliere le firme solo x motivi personali ed è inutile dirti che ci credo senza ombra di dubbio in questa battaglie referendarie.. Ultima cosa, continui a ricordare la brutta esperienza del governo Prodi.. Non mi sembra che il Prc voglia di nuovo allearsi con simili partiti, è un partito intelligente per capire che quando “azzoppi” la testa una volta, di sicuro non lo vai a rifare di nuovo, è segno di grande maturità, perchè andare in coalizione col PD significa seggi sicuri, invece così non lo è x niente, e lo sai.. Non ci sono convenienze e secondi fini come vedi, si lotta x davvero e di questo ne devi rendere atto per una volta..

    • paolone69

      a)
      vedremo al momento delle elezioni quali saranno le coalizioni e da chi
      saranno formate. Io adesso vedo appelli che mirano a corteggiare il PD.
      Cmq sia tu non avrai alcuna voce in capitolo in tutto ciò, subirai e
      qualunque sia la scelta sono certo che come sempre fai la difenderai.
      io non ho in alcun modo detto che le persone che stanno per strada a
      raccogliere le firme siano in malafede (spero che almeno tu sia in
      grado di leggere)c) non vedo nulla di contraddittorio è evidente che
      questa è un operazione elettorale, dammi un solo motivo per cui dovrei
      dare il mio contributo. d) non ho citato solo il governo Prodi ma
      sopratutto quello Vendola. Tu hai raccolto le firme per l’acqua. Che
      fine hanno fatto? La Puglia (dove voi siete alla maggioranza) ha
      rispettato quel referendum? In caso contrario visto che era una
      battaglia di civiltà perchè state in quella coalizione? Siete incivili?
      So che troverai parole per giustificare anche questo. Continuate così,
      gli Italiani vi hanno già spazzato via dal parlamento, ancora un pò e vi
      spazzeranno via pure dalla storia.

      • Nicola

        Sei un pò indietro con le info sul Prc, le utlime che ho letto, di recente, parlano di una coalizione di sinistra che escluda il PD.. E poi sai già che non ingoio tutti i rospi che mi capitano a tiro, come quello della sinistra arcobaleno, che tutti sanno che non votai, proprio x punire il Prc x il fatto che aveva fatto parte del governo Prodi.. Quindi posso ritenermi tranquillo di non ritrovarmi più col PD in coalizione, e finalmente direi.. Bè, hai detto che facciamo campagna elettorale, l’anno scorso non lo dicevi, eppure ogni anno oramai stiamo uscendo con le raccolta firme per i referendum, quindi non è un’atto estemporaneo che coincide con le politiche, ma oramai ogni anno si lotta x qualche referendum.. E i militanti che per strada raccolgono firme, non credo proprio che lo facciano x la campagna elettorale, e un pregiudizio che fa solo male allo scopo che ci si è prefissati, abrogare le modifiche all’articolo 18 ed eliminare l’articolo 8 della finanziaria 2011, quello che indebolisce il CCNL.. Non è un’operazione elettorale ti ripeto, anche l’anno scorso stavano i partiti a raccogliere le firme x acqua e nucleare, e non avevi sollevato questa perplessità.. Ogni anno da qualche parte si vota sempre, regionali, provinciali, comunali e via discorrendo.. Se è fatta ogni anno, così come sta avvenendo, va a cadere questa accusa di opportunismo.. Per quanto riguarda le firme per l’acqua, dovresti sapere che il Prc non fa parte del consiglio regionale quindi non puoi accostarlo alla maggioranza, è una forzatura.. Infine, invece di prendertela con un partito molto più sano rispetto agli altri, augurandogli pure di essere spazzati via dalla storia, dovresti prendertela con quei partiti che la stanno maltrattando l’Italia, ovvero PD-PDL-Terzo Polo senza dimenticarci i razzisti ignorantoni della Lega Nord.. Se al Prc auguri questo, non oso immaginare cosa potresti augurare ai partiti che stanno in parlamento.. Meno qualunquismo sarebbe molto positivo

        • paolone69

          mamma mia che sconquaglio di idee che hai scritto.
          Allora PRC fa parte della maggioranza che governa in Puglia, avete un assessore. I cittadini non vi hanno votato ma la poltrona ce l’avete comunque e sostenete Vendola che ha messo l’esito referendario nel cassetto, chiedi pure al comitato acqua bene comune.
          Le firme sull’acqua le abbiamo prese, il referendum è stato vinto ma non è stato recepito, neanche dove voi siete in maggioranza (Puglia).
          Io non ho augurato proprio nulla, ti ho detto che se continuate così…
          Ma la cosa più bella è che tu militante hai letto di recente che parlano di una coalizione… Ecco questo la dice tutta sul vostro concetto di partecipazione. La base legge, la cima decide. Bene direi avanti così raccogli le firme come ti ha ordinato il tuo vertice, poi sempre come ordinerà il tuo vertice lascia da parte gli esiti referendari e difendi il tuo logo/leader.