iapra li  uecchie

Menu

Il taglio di piazzapulita

A breve li vedremo gli attivisti della Sicilia. Questa l’affermazione di Formigli, conduttore di Piazzapulita, ieri sera ad inizio trasmissione. Peccato che poi non si sono visti e nessuno ha spiegato il perchè. Strano per uno che si lamenta sempre del fatto che gli attivisti del moVimento 5 stelle fuggono dalle telecamere rifiutando così, a suo dire, il pubblico confronto. Forse non era ideoneo al taglio dato alla trasmissione?

Sia chiaro a me non da alcun fastidio questa lente d’ingrandimento sul moVimento 5 stelle. Per anni ci siamo abituati a dare fiducia al finto nuovo che prometteva di risolvere i problemi per poi renderci conto non solo che non era poi così nuovo ma che i problemi li ha aumentati invece che risolverli. Quindi che la gente sappia tutto di questo moVimento, di come funziona, di chi ne fa parte è senz’altro positivo. Nessuno deve più ricevere deleghe in bianco sulla fiducia altrimenti non cambierà mai nulla.

La cosa strana di questa lente di ingrandimento è che è sempre e solo focalizzata sullo stesso punto e allontana tutto quello che in qualche modo puo far vacillare la tesi che si vuole proporre. Lo stesso tema che si propone come problema, la “democrazia interna”, è una contraddizione in termini perchè se ci fosse qualcosa di interno ci dovrebbe essere un contenitore, una struttura che lo contiene cosa che invece il moVimento 5 stelle non ha e non vuole avere. Il moVimento 5 stelle non è degli attivisti o degli iscritti ma di tutti i cittadini, quindi questa concenzione dell’interno/esterno e decisamente fuori luogo.

Altro argomento utilizzato per sostenere la tesi è l’impossibilità di confronto e discussione su alcuni temi. Quello che non si dice però è di quali temi si tratta. Il moVimento 5 stelle nasce da alcuni principi fondamentali che rapresentano i pilastri del suo essere. Se si vogliono mettere in discussione questi allora vuol dire che si vuole un qualcos’altro, una qualcosa diverso dal moVimento 5 stelle. Proporre una organizzazione o mettere in discussione il limite dei due mandati per quanto uno possa argomentare non può essere accettato perchè vorrebbe dire abbattere i pilastri di questo moVimento. Alla stessa stregua, estremizzo, se qualcuno un domani dovesse mettere in discussione la contrarietà agli inceneritori, al TAV o al nucleare.

Quindi ecco che tutto ciò che può minare la credibilità della tesi presentata viene taciuto ed oscurato, ivi compreso l’intervista agli attivisti siciliani come ben ci spega Giancarlo Cancelleri candidato portavoce alle regionali proprio in Sicilia.

Non hanno mandato nulla su La7 della nostra intervista e sapete perchè?

Avreste ascoltato di come qui in Sicilia autonomamente i cittadini, si sono organizzati. Avremmo parlato con competenza di cosa è liquid feedback e di come IN QUESTO MOMENTO i cittadini lo stanno usando per cambiare il proprio futuro.

Avremmo parlato di un enorme movimento di partecipazione attiva, spontanea e popolare che lavora ogni giorno per cambiare una terra che chiamano “laboratorio”, “esperimento”, che è da sempre terra di conquista dei partiti, interessati solo a sfruttarla!

Evidentemente hanno preferito parlare di complotti, di tesi strane ed enormi falsità.

Non ci incastrano in discorsi avulsi dal nostro comportamento, e chi ci conosce sa bene quanto lavoriamo liberamente per cambiare la Sicilia.

Perché noi, questa terra, la cambiamo davvero!!

Giancarlo CancelleriM5S Sicilia

Categories:   5 stelle, Informazione