iapra li  uecchie

Menu

Nel regime di Monti

Il regime Monti del rigore e della presentabilità non perde mai occasione per fare favoritismi e clientelismi che passano del tutto insosservati se non giustificati dai vigilantes ad intermittenza della cosiddetta società civile, dell’intellighenzia e della legalità.

Dopo i tre decreti sviluppo pro petrolieri, trivellatori ed inquinatori di ogni risma, dopo l’imposizione di conti correnti e il quasi azzeramento della circolazione del contante per garantire laute preblende alle proprie protette (le banche), Profumo pensa bene di regalare un computer per classe ed un tablet per ogni insegnante al sud. Ovvimente in nome degli investimenti per la crescita PER IL BENE DEL PAESE.

Lasciamo perdere il razzismo insita in questa decisione, mentre proprio oggi crolla una scuola in Friuli, discriminazioni che a quanto pare piacciano tanto ai politically correct i quali sarebbero senz’altro intervenuti se fossero stati gli insegnanti del nord a “beneficiarne”. Fatta questa premessa, si tratta dell’ennesima regalìa CLIENTELARE alle multinazionali CON I NOSTRI SOLDI, quelli che ci tolgono dalle tasche inscenando l’inquisione per combattere l’evasione. O con i soldi che spettavano agli esodati, a meno che davvero non vogliamo credere alla balla che “L’obiettivo finale – ha osservato il ministro – e’ non portare piu’ i cittadini ai servizi, ma i servizi ai cittadini.”

E’ senz’altro per il bene del paese che Passera vieta l’opposizione all’installazione di antenne e ripetitori. Insomma, più tumore per tutti! Caspita, qualcosa per la “credibilità internazionale” dovremmo pur farla no? E quale miglior modo che favorire grosse compagnie di telefonia, dopo appunto quella dei petrolieri e trivellieri? Ah sì, certo ci dicono che è per la diffusione di internet che autorizzano l’installazione di ripetitori ed antenne senza vincoli e calpestando ancora una volta il diritto alla salute. E se ci si ammala a causa dell’ ettrosmog come ormai ben documentato?

Affari nostri, gli ospedali e la sanità hanno un costo e sono un lusso, mica pensavate di pagare le tasse per garantirvi il diritto alla salute vero? Eh già, suona strano per un ministro attento a “portare i servizi ai cittadini”.

Per completare l’opera le imprese delle telecomunicazioni saranno esentate dalla tassa per l’occupazione di suolo pubblico. Una agevolazione negata a gruppi di cittadini che volessero effettuare una raccolta firme o fondi per nobili cause. Si sà, il governo dei bilderbergers non ritiene i cittadini “gruppo di interesse” come le loro lobbies, li ritiene semplicemente un salvadanaio dal quale prelevare senza sosta.

Nel regime delle banche il cittadino conta meno di una pezza da piedi e la società civile ed intellighenzia varia approva.

Barbara

Categories:   Politica