iapra li  uecchie

Menu

ENEL a processo

Il 12 Dicembre si apre a Brindisi il processo ai dirigenti Enel imputati per aver, in concorso tra loro, dal 2000 sino ad Agosto 2011, ognuno per la propria funzione, partecipato ad un medesimo disegno criminoso, avendo scaricato, trasportato e stoccato milioni di tonnellate di carbone in un carbonile scoperto di 125.000 mq, omettendo di adottare e comunque proporre soluzioni per scongiurare la ripetuta diffusione di polveri di carbone oltre il recinto aziendale.

Altri quattro dirigenti Enel sono indagati con l’ipotesi di reato di omicidio colposo relativamente alla morte per tumore di tre agricoltori, proprietari dei terreni intorno alla centrale di Cerano.

LA MAGISTRATURA STA FACENDO IL SUO DOVERE, COSA CHE NON HANNO FATTO LE ISTITUZIONI IN TUTTI QUESTI ANNI, CARATTERIZZATI DA MALAPOLITICA E COMPROMESSI.

Come si può definire, se non vergognosa, la ormai famosa delibera approvata dalla precedente giunta il 22 febbraio 2010 nella quale si legge:

No al carbone

Categories:   Ecologia/Ambiente