Seguimi su facebook twitter Google + youtube picasa foursquare RSS
giu
05

Il moVimento è questo

Di · Commenti (0) Stampa Stampa · Vota

Cos’è questo MoVimento che ha realizzato uno stravolgimento radicale del quadro parlamentare italiano e si prepara a realizzare una pacifica rivoluzione delle coscienze? Ognuno di noi si è fatto un’idea. Esistono, quindi, milioni di idee diverse. Ed il MoVimento è proprio questo: libertà individuale! Ciò che sconvolge è la trasparenza con cui questo MoVimento si trasforma e cresce. Grillo e Tavolazzi e, in Puglia, baresi contro baresi, tarantini contro tarantini… è tutto sui giornali e, prima ancora, è sul web.

Un MoVimento orizzontale, senza vertici, ruoli e carriere: già questa è un’utopia! Un’utopia realizzata. Attivisti e simpatizzanti hanno, per la prima volta nella storia, la stessa dignità: sono cittadini. Sovrani! La cosa è talmente sconvolgente che l’anziano Napolitano urla contro di noi, a tutela della Costituzione!!! Ma, Presidente! Noi chiediamo proprio il rispetto della Costituzione!!! E’ un po’ confuso. Sarà l’età (non voglio pensare, come tanti, che sia il Presidente di un sistema. Preferisco credere che la vecchiaia lo confonda…).

Sono tantissimi gli amici che aderiscono al MoVimento; tantissimi i meet-up (luogo virtuale, un po’ l’embrione del MoVimento) che si aprono in tante città e, a volte, anche nella stessa città. C’è un po’ di frenesia… Tra poco ci saranno le politiche; un’occasione storica! Nessuno vuole sbagliare ed ecco che c’è chi sforna soluzioni logistiche, chi invoca la rappresentatività come perno della democrazia, chi predilige il metodo, spingendo all’unanimità nelle decisioni… E’ ovvio che, davanti a tante personalità diverse, c’è chi arrivi ad offendere, ad insinuare… in una sorta di caccia alle streghe (questa volta l’obiettivo non sono i comunisti, ma i “carrieristi”). Tutto è pubblico, visibile. Si può fare un giro sui nostri profili su FB, per accorgersene.

Molti si aspettano che alcuni tra noi (i più “vecchi”, gli storici) prendano la situazione tra le mani e decidano il da farsi: non va così. Non deve andare così. Ognuno vale uno. Vecchio o nuovo che sia. Il nostro segreto è nell’assunzione individuale della responsabilità: noi non deleghiamo nessuno a rappresentarci. Lo facciamo solo in prossimità delle elezioni, perché è la legge ad imporcelo.

E le elezioni sono a due passi: secondo le intenzioni di voto pubblicate dai vari istituti di statistica, in Puglia saranno eletti circa 4 deputati e 2 senatori. Cresce la febbre: non possiamo sbagliare. Abbiamo la possibilità di togliere la seggiola da sotto il culo dei politicanti! In più, qualcuno di noi dovrà sedere su quelle stesse seggiole… ed ecco che la febbre elettorale sale!

Sollecitato da moltissime parti (nuovi e vecchi attivisti), chiamo al telefono Filippo Pittarello (con Casaleggio fa parte dello staff del blog di Beppe Grillo): gli pongo la questione della frenesia pugliese e lui mi risponde serafico che stiamo andando bene, di non avere fretta. Mi pare che Filippo sia un capo scout… un ragazzo pacifico, uno di quelli che sceglie scientificamente dove trascorrere le vacanze… faccia pulita… Sono tornato a respirare, serenamente. Non importa chi, tra noi, sarà candidato alle politiche (col “porcellum” i primi della lista sono automaticamente parlamentari). Non è ancora il momento: continuiamo a lavorare, a proporre, a denunciare… Solo alla fine si deciderà il metodo con cui affrontare le elezioni. Al momento stiamo raccogliendo le firme (con Zero Privilegi Puglia) per far risparmiare ai pugliesi 10 milioni di euro l’anno… Stiamo pensando ad altre iniziative… Stiamo denunciando i criminali della pubblica amministrazione… Stiamo realizzando altre utopie…

Ecco: il MoVimento è questo!

Alfredo Ronzino – M5S Nardò

Categorie : 5 stelle