Seguimi su facebook twitter Google + youtube picasa foursquare RSS
mar
14

Proporre e imporre trova le differenze

Di · Commenti (2) Stampa Stampa · Vota

Proporre e imporre sono due verbi di significato molto diverso tra loro che spesso molti, a seconda della convenienza del caso, cercano di utilizzare impropriamente. In particolare il tentativo è quasi sempre quello di far passare come proposta ciò che è invece un vero e proprio tentativo di imposizione.

Cerchiamo di fare un esempio. Diciamo che un gruppo di persone ha intenzione di passare una domenica insieme. ci sarà chi propone di andare al mare, chi in campagna, chi a farsi una passeggiata in centro, ecc.Ecco che di fronte a delle proposte i componenti del gruppo si confrontano, cercano di esaminare i pro e i contro di ogni proposta per arrivare infine ad una decisione che, qualunque sia, porterà comunque l’intero gruppo a passare una domenica insieme. Se invece all’interno di quel gruppo c’è un qualcuno che, per svariati motivi magari anche condivisibili, definisce la meta da lui indicata quale requisito indispensabile ai fini della sua partecipazione all’iniziativa ecco che il proporre si trasforma in un imporre. Infatti a differenza della prima ipotesi, in questo secondo caso il passare una domenica insieme non sarà un risultato scontato ma possibile solo nel caso che tutto il gruppo accetti sine qua non la condizione dettata. Non ci sarà alcun confronto tra proposte come non ci sarà nessuna valutazione dei pro e dei contro delle possibili opzioni, ma semplicemente un accettare o meno l’imposizione.

Non sò se sono stato chiaro, ma va da se che nella prima opzione siamo nel campo del proporre e nel secondo dell’imporre. Poi si potrà pure sostenere in continuazione di aver fatto semplicemente una proposta ma come dicevo all’inizio è solo un utilizzo improprio del verbo. Come improprio è sostenere che tale proposta non è stata presa in considerazione se il gruppo infine decide di rifiutare imposizioni.

Quindi tornando agli Amici di Beppe Grillo di Bari che non posso citare per nome e cognome se no si appellano alla privacy e che continuano a sostenere di aver fatto delle “proposte” che non sono state neanche prese in considerazione vi riporto alcuni passaggi lasciando valutare a voi in quale dei due casi sopra esposti rientra questa fattispecie.

“In primo luogo, affinchè l’Associazione Amici di Beppe Grillo Bari possa far parte dell’iniziativa, è necessario che alcuni punti, che noi riteniamo fondamentali, siano inclusi nel “costituendo” Comitato Zero Privilegi Puglia”

“Come Associazione siamo pertanto disponibili a supportare il Comitato, se lo stesso riterrà di volere inserire almeno le seguenti regole:”

In prossimi post entrerò nel merito di quello che si voleva cercare di imporre anticipando che alcuni passi erano anche condivisibili, qui invece mi limito come primo steep a sottolineare la differenza tra proporre e imporre elemento indispensabile per poter parlare poi di scelte democratiche.

P.S. a quel soggetto che ci accusa di aver “fatto promesse non mantenute: mi è arrivata una mail da molte settimane che diceva “il banchetto per firmare in via sparano a bari sarà presente tutti i sabati fino ad aprile”. sono andato due sabati in via sparano (uno era un gazebo no tav) e non c’era nessun gazebo. (il cittadino in questo modo pensa che non manteniamo le promesse)”  I banchetti a Bari non si sono potuti fare semplicemente perchè non ci è stata rilasciata l’indipensabile autorizzazione all’utilizzo di suolo pubblico da parte dell’organo competente. Abbiamo già dato informativa di questo. Noi ci muoviamo nel rispetto della legge.

Categorie : Società/Cultura
  • Paolo Mariani

    Giusta precisazione. Grazie Miki

  • http://mrphotoshop.altervista.org Qui Bari Libera

    Un’ottima riflessione su due termini molto opposti – Ci tengo a precisare, carissimo Paolo che, gli amici di beppe grillo di Bari su citati, sono quelli del fantomatico movimento 5 stelle di bari, e solo quando gli fa comodo, preferisco definirsi i grillini di Bari – I grilli di Bari – Amici di Beppe Grillo è tutt’altra cosa, dal 2005 qui il meetup163 http://beppegrillo.meetup.com/163 già molte volte ci siamo dissociati da questi(vedi post) soggetti poco raccomandabili, per i loro modo di porsi, di fare e di agire, che per quanto mi riguarda reputo sia il loro atteggiamento e modi di porsi, al quanto dittatoriali !

    Michele Ranieri