Seguimi su facebook twitter Google + youtube picasa foursquare RSS
mar
12

Sui detrattori di ZPP

Di · Commenti (0) Stampa Stampa · Vota

Buongiorno a tutti, vi può essere capitato in questi giorni di trovare su internet o su Facebook dei comunicati stampa o degli articoli che gettano dei sospetti su Zero Privilegi Puglia col chiaro intento di delegittimarlo e di boicottarlo. Addirittura Barililve, una testata giornalistica on line titola: Zero Privilegi Puglia un bluff? La cosa più interessante di questa storia è che a muovere queste illazioni, questi sospetti è un gruppo, un particolare gruppo di Bari, che fa riferimento al moVimento 5 stelle di Beppe Grillo, stesso movimento a cui fa riferimento il comitato promotore di Zero Privilegi Puglia. Questi soggetti, da un lato dicono di condividere nel merito la proposta dall’altro sostengono che dietro questa lodevole inziativa siano in realtà celati partiti e personaggi politici e, per questo motivo loro non solo non intendono aderirci, ma non intendono neanche sottoscriverla e di fatto stanno facendo di tutto per boicottarla.

Allora, partiamo dall’ipotesi che loro abbiano anche ragione e che dietro Zero Privilegi Puglia ci siano in realtà nascosti poteri occulti di partiti e personaggi politici, mettiamo il caso che sia così. Capisco che uno non abbia voglia di dedicarci tempo organizzando banchetti, raccogliendo firme e tutto il massiccio lavoro che c’è dietro una iniziativa del genere, però perchè non la si vuole sottoscrivere se la si condivide nel merito e soprattutto si cerca di boicottarla? E’ come se si fosse cercato di boicottare il referendum sul nucleare perchè sostenuto dall’IdV ed altri partiti. Una posizione un pò strana, un pò assurda. Talmente assurda che quel referendum sostenuto da IdV e altri partiti quel gruppo di Bari l’ha sostenuto. Su internet ci sono le immagini dei loro banchetti a sostegno di quei referendum. Quindi perchè si vuole boicottare Zero Privilegi Puglia?

Prima di rispondere a questa domanda dobbiamo farcene altre e darci delle risposte. Innanzitutto cosa prevede Zero Privilegi Puglia e che fine farà Zero Privilegi Puglia. Allora, Zero Privilegi Puglia prevede una serie di cose, ma i tre pilastri principale sono: dimezzamento degli stipendi dei consiglieri regionali, abolizione dell’assegno di fine mandato che la regione al momento non ha abolito ma ha solo ridotto e consiste tutt’oggi in un assegno che varia tra i 50 e i 60 mila euro e poi l’abolizione del vitalizio che anche questo, nonostante i media si impegnino a fare disinformazione non è stato abolito,  ma è stata semplicemente modificata la modalità di calcolo, passando dal sistema retributivo a quello contributivo e spostata il là la data in cui si può procedere all’incasso.

Che fine farà Zero Privilegi Puglia? La legge sulla partecipazione vigente in Puglia è molto chiara. Raccolte le 15 mila firme necessarie, e ne raccoglieremo molte di più come ci dimostrano i primi due mesi nonostante la continua pioggia e il freddo, la proposta dovrà obbligatoriamente andare in aula ed essere messa al voto. Quando questo succederà? Allora la raccolta firme termina a metà Luglio, quindi entro metà Luglio dovremmo consegnare le firme raccolte, quindi un paio di settimane per il controlli del caso, conta delle firme, autenticazioni e quant’altro e si arriva ad Agosto, quando i lavori del consiglio si fermano per riprendere a Settembre dopo la Fiera del Levante. Siamo quindi arrivati a metà settembre. A questo punto la proposta verrà assegnata alla commisione competente che dovrà discuterla e i tempi medi per queste operazioni sono in media di due mesi, dovremmo essere chiamati anche noi a relazionare quali proponenti. Arriviamo quindi a metà Novembre. A questo punto ci sono due possibilità: o la proposta arriva in aula prima delle festività natalizie oppure subito dopo, ad inizio 2013. In entrambi i casi Zero Privilegi Puglia arriverà in aula in un momento particolare, poco prima delle elezioni politiche previste per Marzo 2013. In questa situazione particolare ecco che, sopratutto per quelle forze politiche che oggi compongono la maggioranza all’interno del consiglio regionale pugliese, una bocciatura secca della proposta potrebbe essere un autogol non da poco. E’ quindi molto probabile che questa proposta, proprio per il particolare periodo in cui arriverà in consiglio regionale, se non nella sua totalità ma buona parte venga approvata in particolare per l’assegno di fine mandato e il vitalizio norme che, ricordiamolo, avrebbero effetti sui futuri consiglieri regionali non per quelli in carica al momento del voto.

A questo punto torniamo alla domanda iniziale, ovvero perchè boicottare Zero Privilegi Puglia? E qui sorge un dubbio! Niente niente questi soggetti, magari utilizzando allo scopo il moVimento 5 stelle, intendono candidarsi alle prossime elezioni regionali? Perchè, in tal caso, se ci riuscissero diverrebbero consiglieri regionali con le norme attualmente in vigore, ovvero col diritto all’assegno di fine mandato e, soprattutto, il vitalizio. Diritti che, a questo punto diventanto per gli stessi diritti acquisiti, nessuno potrebbe più togliergli. A questo punto, come consiglieri, potrebbero fare anche propria questa battaglia riempiendosi la bocca, facendo tante chiacchere sui giornali e sulle televisioni ma intanto si sarebbero garantiti l’assegno di fine mandato, 50-60 mila euro che almeno a me non è mai capitato di trovare per terra strada facendo, e il vitalizio.

E’ vero che a pensar male si commette peccato, come si suole dire ma certo è che di fronte a questa situazione il dubbio che questi ripetuti tentativi di boicottaggio non siano del tutto disinteressati è forte. Naturalmente non va fatta di tutta l’erba un fascio e quindi dobbiamo dire che a Bari ci sono moltissime persone che si impegnano con vero senso civico portando avanti molte battaglie a favore della collettività compreso Zero Privilegi Puglia. Abbiamo diverse persone che si stanno impegnando in questo ambito. Mi sento quindi in dovere di non essere vago su questi personaggi e dire esattamente chi sono. Nomi e cognomi di questi personaggi che, con tutti i problemi che ha il nostro paese, si stanno impegnando così tanto nel boicottare Zero Privilegi Puglia.

P.S. Il team di Youtube mi avverte che è stata fatta una segnalazione di violazione della privacy nel video sopralinkato e molto probabilmente verrà rimosso nelle prossime 24-48 ore. Un altro elemento per farsi un giudizio su questi elementi.

Categorie : Politica