iapra li  uecchie

Menu

Far brillare le stelle

Domenica e Lunedì prossimo in numerosissimi comuni i cittadini saranno chiamati alle urne per il rinnovo degli organi amministrativi locali, ma solo in alcuni di questi la possibilità di rinnovo sara reale. In 75 comuni oltre ai soliti PDL, PDmenoL e terzo pollo alcuni cittadini stufi, come moltissimi altri, di votare il meno peggio e di affidare le istituzioni e quindi il proprio futuro ai soliti potentati economici, stanchi di assitere inermi allla continua svendita del proprio territorio, dei beni comuni e del proprio futuro, convinti di non potersi aspettare altro che fregature da una casta politica capace esclusivamente di chiedere sacrifici ai propri sudditi hanno deciso con coraggio di metterci la faccia, di impegnarsi in prima persona per dare il via ad un reale cambiamento in questo paese alla deriva in balia di ladri e farabutti.

Gente comune, tutti incensurati, che intende la politica come un impegno civile a tempo determinato perchè i principi che si sotengono, per non farli rimanere slogan pollicitari, è indispensabile poi rispettarli. Se sei contrario al finanziamento pubblico ai partiti non basta gridarlo ai quattro venti ma semmai rinuciarci ed il moVimento 5 stelle lo ha già fatto (1 milione 700 mila euro rifiutati), se denunci i privilegi della casta a cominciare dagli abbondanti stipendi devi avere la coerenza di abbassare gli stipendi dei tuoi rappresentanti ed il moVimento 5 stelle non solo lo ha fatto ma in numerose regioni sta raccogliendo le firme tra i cittadini per abbassarli pure agli altri, se ritieni vergognosa la presenza di condannati nelle istituzioni non li candidi nelle tue liste.

Naturalmente potete pure continuare a scegliere tra coloro che ritengono doveroso spendere 6 milioni di euro al giorno in “missioni di pace” e chi per sviluppo e crescita intende asfalto e cemento, oppure tra chi vuole il nucleare e la privatizzazione dell’acqua e chi è contrario solo per contrastare l’avversario politico, tra chi fa i condoni fiscali e chi assentandosi alle votazioni lascia che venga approvato, tra chi sostiene l’incenerimento dei rifiuti e chi ne è contrario ma non organizza la raccolta differenziata, tra chi vuole distruggere la scuola pubblica e chi va sui tetti a solidarizzare con gli studenti per poi fottersi miliardi di soldi pubblici tra stipendi e finanziamenti, tra chi è a favore del nucleare e chi lascia che il suo territorio sia devastato da immensi campi fotovoltaici su terreni agricoli. Allo stesso modo potete anche non andare a votare e lasciare che ladri e farabutti si spartiscano il frutto del vostro lavoro, delle vostre fatiche e dei vostri sacrifici. Si siete liberi anche di fottervene, basta avere la coerenza poi di non lamentarsi quando vi fotteranno.

Se invece non avete ancora perso la speranza è indispensabile che vi facciate coraggio. Il cambiamento mette paura ma è l’unica strada per il futuro e per accendere il futuro è necessario far brillare le stelle.

Vai su questa pagina ed informati sulla lista civica 5 stelle della tua città.

Categories:   5 stelle, Politica