iapra li  uecchie

Menu

sostiene Vendola…

Come al solito, la politica parla una lingua ambigua e biforcuta, e in particolare lo fanno coloro che dovrebbero rappresentare l’opposizione a una destra che, invece, ha detto chiaramente, lasciate che tutti i papponi vengano a me, nel cassonetto delle libertà, c’è da mangiare per tutti.
Alla apertura di Bersani al terzo polo, che però pretende che il PD lasci l’alleanza con Di Pietro e Vendola, c’è una risposta piccata di Vendola: “ho l’impressione che sia una semplice annessione nel 3° polo, io francamente non mi vorrei far annettere”:

Francamente mi sembra una polemica stupida e autolesionista, una occasione persa per fare un po’ di chiarezza, e tracciare una linea strategica che aprirebbe una autostrada al partito di cui Vendola è segretario.
Al suo posto avrei detto: Bersani è il segretario di un partito che non è più di sinistra, da anni è un partito di centro ed è giusto che si allei organicamente con il 3° polo, invito la componente di sinistra del PD a cambiare partito e a ingrossare le fila di una sinistra antagonista, classista, ambientalista.
Questo è lo spazio politico che vi è oggi. Una forza politica di sinistra del 10%, che è oggi realistica, può giocare a tutto campo, da un eventuale appoggio esterno, ad una opposizione dura.

Caro Vendola, faccio sempre molta fatica a seguire i tuoi ragionamenti, e credo che tu ti illuda quando pensi di sfidare Berlusconi, mentre il tuo partito non è neppure in Parlamento e non si capisce quali siano programmi, strategie, alleanze.
Io mi contenterei di veder crescere una sinistra vera, che parla di salario sociale per i disoccupati, che si lega al futuro degli studenti, che parla di sostenibilità, della autosufficienza alimentare ed energetica, che voglia liberare il nostro paese dalla Nato e dalle avventure militari, che voglia smantellare l’esercito per investire in ricerca e cultura, che abolisca l’8 per mille alla Chiesa e qualunque rapporto economico con essa, che vieti i monopoli mediatici e renda ineleggibile chi li possiede.
Come vedi c’è parecchio da fare!

Categories:   Politica

Tags:  , ,