iapra li  uecchie

Menu

Al peggio non c’è mai fine

Il Sindaco di Taranto, Ippazio Stefano, sta organizzando un servizio di bus per portare i bambini del quartiere Tamburi a Lido Azzurro, per andare al mare e fare le vacanze. Il sindaco di Taranto infatti, con un’ordinanza, ha vietato l’accesso ai giardinetti del quartiere Tamburi. Lì c’è berillio. Un cancerogeno potentissimo che supera i limiti di legge. Il berillio è stato rinvenuto anche sul suolo dell’llva, come certificano le stesse analisi aziendali del 2005-6.

Ma questo “generoso” impegno del sindaco verso gli sfortunati bambini del quartiere tarantino, rischia di trasformarsi in una storia alla Fantozzi. A Lido Azzurro c’è una pineta contaminata da amianto.

Poveri bambini del quartiere Tamburi, destinati a respirare il benzo(a)pirene della cokeria Ilva. Diventano fumatori incalliti a cinque anni perché hanno inalato l’equivalente di cinquemila sigarette; ma è una stima per difetto perché si riferisce SOLO al benzo(a)pirene e non anche a tutti gli altri IPA cancerogeni. Quando giocano e si mettono le mani in bocca rischiano di contaminarsi da berillio. E se vanno in vacanza a Lido Azzurro per non toccare il berillio… cosa trovano? Un bel bosco contaminato da amianto.

Al peggio non c’è mai fine.

Categories:   Ecologia/Ambiente