iapra li  uecchie

Menu

La strada giusta

Acqua, rifiuti, energia, emissioni in atmosfera e consumo di territorio rappresentano cinque degli elementi più importanti per il futuro del nostro pianeta e delle nostre comunità. L’ambiente è il nostro bene comune più importante. L’umanità non può più considerare i propri stili di vita e il proprio modello di sviluppo indipendenti dalle variabili ambientali che ogni giorno emanano segnali di emergenza e insostenibilità. Emergenza ambientale ed emergenza sociale sono indissolubilmente legate a un modello di sviluppo che mira alla crescita dei consumi, che concentra le ricchezze e considera povertà e inquinamento come effetti indiserati. Occorre ripensare la nostra società, le nostre abitudini, i nostri consumi e comportamenti.

Viviamo oggi la necessità di portare avanti processi che cambino profondamente la nostra società, condizionata dai mass media e dalla pubblicità, disaffezionata alla politica e alla partecipazione attiva. C’è bisogno di lavorare tanto con e in mezzo alla gente, per cambiare le nostre abitudini e far crescere la consapevolezza degli effetti di questo modello di sviluppo, così come delle buone pratiche sociali e ambientali che possiamo costruire dal basso. Occorre lavorare, su tutti i fronti, aggregando e coinvolgendo, senza rinchiudersi né in circoli chiusi come è successo ad alcuni movimenti, né nelle stanze del potere come invece è successo a parte della politica.

La necessità di progetti che coinvolgano le comunità e sappiano ridefinire i nostri stili di vita è una necessità sociale e ambientale senza precedenti. E’ una necessità sociale perchè l’aggregazione comunitaria è quasi scomparsa, affidata sempre più agli spazi sterili e vuoti del mercato e dei grandi centri commerciali, dove l’individualismo e l’apparenza dominano sull’autenticità dei bisogni e delle relazioni. E’ una necessità sociale perchè la politica è svuotata della partecipazione dal basso di cui invece deve alimentarsi come linfa vitale per costruire il bene comune. E’ una necessità sociale perchè le regole del mercato impongono una politica di prezzi che porta la produzione locale ad essere strangolata dalle grandi marche che mettono in crisi l’economia locale. E’ una necessità ambientale perchè la società dell’immagine e dell’usa e getta si basa quasi esclusivamente sulla pubblicità generando sprechi insostenibili di risorse, di energia, di trasporti.

Il buon esito di progetti che sappiano invertire queste tendenze dipende esclusivamente dalla dimostrazione alla comunità che esiste chi progetta un futuro diverso e che la speranza dipende dalla responsabilità delle scelte di ognuno di noi. Giorno per giorno.  L’utopia non è infatti un mero sogno di pochi idealisti ma può essere declinata in scelte quotidiane e di responsabilità che coinvolgono e aggregano le comunità locali nella costruzione del migliore futuro possibile.

Categories:   Politica