Seguimi su facebook twitter Google + youtube picasa foursquare RSS
giu
25

Le vacanze del sindaco

Di · Commenti (0) Stampa Stampa · Vota

Ieri sera sono andato alla festa della birra che si svolgerà sino al 7 luglio al Foro Boario di Ostuni. una buona iniziativa, ben riuscita e anche ben organizzata. Musica decente e birra buona anche se i prezzi non sono proprio popolari, cosa strana per una festa della birra, come altrettanto strano è il pagamento di un biglietto d’ingresso, anche se di simbolico valore (1€). Ma non è della festa che volgio parlarvi, ma di politica.

E che centra la politica con una festa della birra, mi domanderete voi. In effetti non dovrebbe c’entrare niente, ma qui ad Ostuni la nostre classe politica, così come freme di fronte ad un’area verde non vedendo l’ora di lotizzarla con un  residence o un palazzo costruito rigorosamente da amici, allo stesso modo appena vede un palco non resiste dalla tentazione di salirci sopra per cominciare a sparare cazzate. E così è stato, infatti, abbiamo assistito alla solita sfilata, tipo “Giuditta”, di alcuni pezzi da novanta. Naturalmente non poteva mancare l’intervento del Sindaco che come al solito si è autologiato per questa e le altre iniziative messe in atto dalla sua amministrazione, in una visione patetica di politica basata sull’organizzazione di eventi d’intrattenimento per allietare l’estate dei propri concittadini e dei turisti.

Ma il Sindaco ha sfigurato in confronto al breve discorso di Nicola Lotesoriere assessore alle attività produttive e allo sviluppo economico. A dire il vero, un pò mi ha fatto tenerezza vedere quest’uomo dai capelli bianchicci cercare, con grande fatica ed impegno, di esprimere due frasi in un italiano compiuto e corretto. Tenerezza che però ha lasciato spazio ad un’emozione a metà strada tra una risata ed un vaffanculo quando l’assessore ci ha reso edotti sul come è nata l’idea di organizzare una festa della birra. A detta del Lotesoriere, infatti, sembra che il nostro amato Sindaco l’anno scorso sia andato in vacanza in una località non ben specificata dove è rimasto favorevolmente colpito ed affascinato dalla festa della birra che era stata li organizzata. Al rientro da queste felici ferie ha reso edotto di questa mirabilante esperienza il proprio staff che  di contro, dopo aver sentito il grande capo dire che avrebbe provato piacere nel vedere una festa della birra nella sua città, si è subito attivato per soddisfare questo desiderio. Infatti a conclusione del discorso  frase epica dell’assessore: “hai visto che te l’abbiamo organizzata la festa?”, a spese dei cittadini aggiungerei io.

Detto ciò, senza voler esprimere altro su questa gentaccia che amministra una splendida città qual’è Ostuni pensando che la politica sia organizzare eventi e forme d’intrattenimento invece che pensare al ben essere della collettività, non mi rimane che proporre una colletta per le prossime vacanze del nostro Sindaco e, donazioni permettendo, per l’intera Giunta. Un Tarzanella & Co Tour di cui ho già previsto l’itinerario:

Prima tappa Ponte delle Alpi in provincia di Belluno, che in due anni dall’inizio della raccolta differenziata porta a porta è arrivata a percentuali superiori al 90% creando posti di lavoro e risparmi per la pubblica amministrazione e che tramite la partecipazione dei cittadini sta realizzando numerosi impianti fotovoltaici a costo zero.

Seconda tappa Capannori in provincia di Lucca, primo comune Italiano ad aver adottato la strategia Rifiuti zero e che ha messo in atto numerose iniziative per la riduzione della produzione di rifiuti.

Terza tappa Colorno in provincia di Parma che oltre ad aver adottato la strategia Rifiuti zero sta affittando a costo simbolico i tetti degli edifici pubblici per la realizzazione di impianti fotovoltaici che azzereranno le spese elettriche a carico del comune.

Quarta tappa Vedelago in provincia di Treviso dove è stato realizzato un centro di riciclo capace di riciclare il 99% della parte secca dei rifiuti dando contestualmente lavoro, tra centro e condotto, a oltre 9 mila persone.

Quinta tappa a Torraca in provincia di Salerno che ha riconvertito l’intero sistema d’illuminazione pubblica con le lampade a LED generando risparmi sui consumi e sulla bolletta del 60% e che sta realizzando una piscina comunale a consumi zero puntando su risparmi energetico, massima efficienza e pannelli solari per acqua calda e produzione di energia.

Infine, dopo questo giro se gli effetti non non sono gli stessi causati dalla festa della birra non ci rimane che la sesta tappa: madarli a quel paese!!!

Categorie : Politica