iapra li  uecchie

Menu

Il dito

Ora c’è…ora non c’è… si, insomma… non si vede.

No è che a volte mi ci perdo con questi giochini scemi, sai quelle cose che si facevano da piccoli, tipo nascondere le cose con il dito…. massì, dai: si chiude un occhio, si guarda una roba, tipo quella lampada lì, e poi avvicini il dito indice all’occhio fino a che la lampada sparisce… eh, lo so che non è sparita davvero, che non la vedo perché c’è il dito davanti… però in fondo è come se non ci fosse più, no? Se non la vedo, la lampada, chi me lo dice che non sia sparita… puf!… anzi… come faccio a sapere che c’è, magari non c’è nemmeno mai stata.

E’ che questi giochini scemi mi affascinano proprio, ad esempio, quando uno dice: “… gli italiani sono stanchi di non poter usare il telefono per paura di essere intercettati”… tac! Il conflitto d’interessi, i processi, le leggi ad personam… e chi le vede più, tutto dietro al dito, sembra una magia. Si lo so che non si vedono ma ci sono… lo so bene che ci sono… mi chiedo però… ma gli altri lo sapranno? Voglio dire, se il dito è il mio lo sposto e la lampada riappare, ma se il dito è di qualcun altro come in questo caso? Che lo mette proprio lì, davanti alla macula nazionalpopolare? Dice, sposti la testa e la lampada riappare… ehhh no, non è mica così facile: intanto mica tutti c’hanno voglia di usarla, la testa, tanti preferiscono tenerla ferma lì, che spostarla è una fatica, e poi mica è detto che il dito stia fermo… la inclini un po’ di qua…  “… i magistrati politicizzati puntano a rovesciare il voto popolare”, tac! il dito… la inclini un po’ di là… “…le Lobby dei magistrati e dei giornalisti ci hanno impedito di giungere ad un testo che difenda al 100% il nostro diritto di liberta”, aritac! di nuovo il dito… eh, ci vuole pratica con queste cose.

Il bello poi è che sto trucchetto del dito si può fare con un sacco di cose, praticamente con tutto: lampade, sedie, mobili, finanziarie, crisi mondiali, guerre sante e apocrife, pedofilie… basta scegliere un soggetto, chiudere un occhio, avvicinare l’indice a quello aperto…  ora c’è…o ra non c’è… si, insomma… non si vede.

E vissero felici e contenti

Categories:   Informazione

Tags: