iapra li  uecchie

Menu

 

L’Italia strozzata

Ho ricevuto questa mail che volentieri pubblico

L’Italia ormai è un paese strozzato. Utilizzo questo termine per dare la sensazione dello strozzamento che stiamo avvertendo nella vita di tutti i giorni: strozzati dalla politica, dal traffico, dalle tasse, dallo smog, dagli evasori fiscali, che, buon per loro, sono un po’ meno strozzati.
L’Italia è rimasta strozzata sin dalla prima repubblica. Un cittadino strozzato non può strillare! Non può muoversi, far sentire le sue necessità. Siamo strozzati dalla TV, dall’invidia che abbiamo verso chiunque possieda qualcosa in più di noi. Siamo strozzati dalla pubblicità, dalla desolazione sociale, dalle caste, dal modo di vivere e lavorare. I nostri figli sono strozzati, strozzati dal futuro, dal precariato, dall’impossibilità di vivere una vita migliore di quella dei loro nonni.
L’Italia ha bisogno di aria pura, di fiducia, di persone per bene, quelle di una volta, mai come adesso.
Abbiamo bisogno di scelte di governo lungimiranti, un piano energetico serio, verde, un piano economico fondato sul turismo e l’ospitalità. Lasciamo che siano i cinesi a strozzarsi con l’industria!
L’Italia dovrebbe essere un paese che produce DESIGN, RICERCA AVANZATA, TURISMO e prodotti agricoli di pregio!
L’Italia ha bisogno di professionalità alberghiere, di strategie di marketing turistico, di infrastrutture turistiche, di connessioni wi-fi gratuite per i turisti, di esperti agrari, di esperti d’arte e di restauro.
Non abbiamo bisogno di guide turistiche abusive, di taxi abusivi, di camerieri, ristoratori e albergatori che lavorano in nero e lestofanti vari!

No categories