iapra li  uecchie

Menu

Non limitarsi al voto

A pochi giorni dal voto regionale tra appelli al voto utile e offerte dell’ultimo minuto non sarò certo io a consigliarvi su quale simbolo mettere la crocetta o a quale candidato dare la vostra preferenza.

Allo stesso modo non intendo invitarvi a non votare per qualcuno pur facendo violenza su me stesso per non esprimere alcune considerazioni sul candidato ostunese del PD. Questo tipo di appelli li lascio volentieri alla gerarchia ecclesiastica impegnata a difendere il diritto alla vita dei feti e dei malati terminali, tralasciando il diritto alla vita degli immigrati clandestini, ma anche il diritto alla vita dei Tarantini e dei Brindisini seriamente minacciato dai veleni delle industrie e dei profitti di quelli che si propongono come difensori della vita dei feti e dei malati terminali.

L’invito al voto utile è poi un assurdità che trova la sua spiegazione nell’incapacità di avanzare proposte serie e credibili per ottenere consensi e quindi la conseguente necessità di rubare (nel vero senso della parola) i voti ad altri candidati più seri e credibili che per il mantenimento dei soliti equilibri e poteri è meglio che non vengano eletti. Il voto va dato a chi a vostro avviso lo merita oppure, come sempre più spesso accade, a chi ritenete il meno peggio e questo indifferentemente dalle posibilità effettive di poter essere eletto.

L’unico appello che invece valga la pena di fare è di non limitarsi all’esprimere il proprio voto. Una volta scelto il partito a cui affidarsi ed il relativo candidato seguitelo, continuate ad informarvi su cosa fa, su che azioni e politiche persegue e fatelo comunque anche se non dovesse risultare eletto. I candidati sono tutti soggetti politicamente attivi nei loro partiti e movimenti e molti hanno anche incarichi istituzionali ed è quindi possibile seguirne le attività, rendervi conto se affettivamente avete fatto la scelta giusta e, nel caso, contuniare a sostenerlo perchè le battaglie si possono combattere su più fronti ma si possono vincere solo col sostegno della cittadinanza.

Categories:   Politica