iapra li  uecchie

Menu

Quella strada non s’ha da fare

Asfalto e cemento, cemento ed asfalto. Destra, sinistra o centro queste due parole sono una costante e una determinante nelle politiche della stragrande maggioranza delle amministrazioni locali e non solo. Quelle stesse amministrazioni che si riempiono la bocca con termini quali agricoltura, valorizzazione ambientale e turismo. Già, perchè è noto a tutti che i turisti vengono nei nostri territori per via delle larghe strade e degli innumerevoli palazzi e villaggi sparsi qua e la; idiota è colui che pensa che i turisti vengono da queste parti in cerca di luoghi incontaminati, di tranquillità e che appena possono scappino dalle loro caotiche città piene solo di strade e palazzi in cerca di silenzio e natura.

Quindi vai con colate di cemento e larghe strade che collegano il nulla con il niente, opere realizzate solo ed esclusivamente per favorire gli speculatori che in cambio non portano ricchezza e sviluppo per le popolazioni locali, ma solamente voti per i soliti noti. Soliti noti che stanno svendendo il nostro territorio, la nostra ricchezza e il nostro futuro per poter mantenere il loro status, per poter appiccicare nelle nostre città i loro bei faccioni di beeeeep.

E quando i turisti si accorgeranno che da queste parti non c’è più quello che cercano? E quando di territorio da svendere non ce ne sarà più? Solo allora ci si accorgerà che ci hanno fottuto?

E’ un film già visto, è storia già vissuta in diverse zone della Sicilia, della Sardegna e persino della Toscana ambite mete turistiche che hanno svenduto il loro territorio, hanno lasciato libera strada a cemento ed asfalto fino a quando i turisti sono spariti. Andate ora in quei posti: bellissimi residence e villaggi turistici abbandonati, strade attraversate solo dalle lucertole e popolazioni locali decimate dall’emigrazione.

Dire oggi No all’asfalto e Si ai colli vuol dire dire Si al progresso, Si al futuro. Un diritto, continuo a ripeterlo, che non si può chiedere, un diritto che si deve PRETENDERE.

Domani Sabato 13 Marzo alle ore 16.30 a Cisternino in largo Pineta si manifesta per pretendere questo diritto

NO all’ASFALTO SI ai COLLI

Categories:   Ecologia/Ambiente