iapra li  uecchie

Menu

Differenti al 9%

Il Comune di Ostuni per far credere di tutelare l’ambiente punta tutto su Bandiere blu e 5 Vele, da qualche settimana su palazzo città sventola costantemente la bandiera di Legambiente quasi a ricordarci “l’amicizia” tra i due organismi.  Quale dovrebbe essere uno dei primi parametri da prendere in considerazione per valutare una politica di tutela ambientale se non le performance nella differenziazione dei rifiuti?

Se così fosse Ostuni starebbe agli ultimi posti. Da anni non riesce a raggiungere quel misero 10% indicato nel proprio regolamento comunale. Cambiano gli Assessori, non cambiano strategie e soprattutto non cambiano i risultati. Continuano con queste raccolte a premi che non solo danno scarsissimi risultati, ma vanno contro la prima regola nella gestione dei rifiuti: ridurre. Eppure tutti gli assessori sono eleogiati, ogni volta alla fine del loro mandato un coro unanime: ha svolto un ottimo lavoro. Chissà se l’aveva svolto male.

Quando le discariche avranno esaurito la loro massima capacità (non manca molto) e i cassonetti stradali non potranno essere svuotati e il nostro territorio sarà descritto in televisione come è stata descritta la Campania: una regione di malavitosi, chi dovremo ringraziare? Potete stare certi che nessuno si assumerà la propria responsabilità. Non se l’assumerà la Regione e non se l’assumeranno i Comuni veri attori nella gestione dei rifiuti. Si appelleranno a balle di ogni genere, daranno colpa alla ecomafia, alla mancanza di risorse, persino allo scirocco e alla tramontana, ma faranno di tutto per continuare a stare su qualche poltrona.

La percentuale di raccolta differenziata ad Ostuni si attesta a fine Novembre su una media del 9,02% una vera e propria vergogna. Vergogna di cui si devono assumere tutte le loro responsabilità chi finora ha governato questo paese. Il Sindaco Tanzarella in primis, ma allo stesso modo gli assessori tutti, un pò di più quello all’ambiente e la maggioranza che li sostiene.

Queste sono le persone che potrete ringraziare quando le nostre vie saranno invase dai rifiuti, oltre a voi stessi che comodi nei vostri appartamenti fino a quel momento di questo problema ve ne siete fottuti.

Categories:   Ecologia/Ambiente